Ciliegie sciroppate: una ricetta semplice ma gustosa

Una conserva semplice e classica, preparata da sempre dalle nostre nonne. Vale la pena provare a realizzare questa semplice ricetta, non solo per la bontà che non troverete in commercio, ma per il gusto unico e delicato e per la possibilità di gustare questo frutto tutto l’anno.

Le ciliegie rientrano tra i frutti più amanti e consumati nelle famiglie italiane. Gustate fresche, nelle marmellate o come ingrediente per dolci. Nella tradizione della cucina italiana troviamo le ciliegie sciroppate. Una ricetta semplice, veloce e soprattutto versatile. Sono perfette per realizzare e decorare i dolci, da inserire nelle macedonie, nei cocktail o per guarnire gelato e yogurt.

In commercio si trovano facilmente, dalle svariate marche, ma sappiamo quanto i prodotti fatti in casa abbiano una marcia in più. Le ciliegie sciroppate fatte in casa sono facilissime da realizzare, pochi ingredienti per una conserva di frutta che consente di poter gustare questo piccolo frutto 365 giorni l’anno. Sono genuine, in quanto non vengono inseriti conservanti, coloranti e additivi.

Cosa serve? Pazienza e materie prime di qualità.

Ingredienti

  • 2 kg di ciliegie
  • 200 gr di zucchero
  • 1 l di acqua
  • Facoltativo: cannella, chiodi di garofano, vaniglia

Procedimento

Innanzitutto, per preparate le ciliegie sciroppate, bisogna iniziare dai barattoli. Per poterle conservare bene bisogna sterilizzare i vasetti, inserendoli in una pentola capiente colma d’acqua, lasciandola bollire per circa 20-30 minuti.

Nel frattempo, potete iniziare con la preparazione delle ciliegie sciroppate. Prendete una pentola, versate l’acqua e lo zucchero e lasciate sobbollire fino al completo scioglimento dello zucchero. Dopodiché, qualora lo desiderate, potete aggiungere gli aromi che preferite come cannella, chiodi di garofano, vaniglia.

Lavate con cura le ciliegie e tagliatele in due, estraendo il nocciolo.
Non buttatelo!
Con i noccioli delle ciliegie è possibile realizzare diverse ricette e delle comode sacche antidolore.

Dopo averle lavate accuratamente, inseritele nei vasetti, precedentemente sterilizzati, aggiungendo lo sciroppo fino a riempirli per ¾.  

Per una maggiore sicurezza e per mantenere le conserve a lungo, dopo aver chiuso i barattoli con gli appositi coperchi, inseriteli nuovamente in una pentola coprendoli con acqua fredda. Portate ad ebollizione per circa 20 minuti.

Conservazione delle ciliegie sciroppate

Lasciate agire lo sciroppo e le ciliegie per almeno 30 giorni prima di consumarle. Le ciliegie sciroppate si mantengono per un massimo di 6 mesi se conservate in un luogo fresco e buio. Una volta aperto il vasetto si conservano per un massimo di 4 giorni in frigorifero. Per questo motivo è bene utilizzare dei vasetti non troppo grandi in modo da non rischiare di dover buttare il prodotto.

Conosci i benefici legati alle ciliegie? clicca qui

Sfiziosità

Per un tocco un po’ alcolico potete aggiungere allo sciroppo del maraschino o del rum. Inoltre, le ciliegie sciroppate possono essere anche realizzate con il nocciolo, che gli conferisce un leggero aroma di mandorlato arricchendone il gusto. 

Infine, se preferite uno sciroppo più denso e intenso non vi servirà altro che aumentare la quantità di zucchero a vostro piacere: ad esempio, per 1 litro di acqua 300 di zucchero.

Insomma, sbizzarritevi nella preparazione e nell’utilizzo delle ciliegie sciroppate, soddisfatti o rimborsati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.